Accesso ai mercati comunali

21 Maggio 2020

L’Ordinanza sindacale che disciplina  i mercati comunali dispone quanto segue:

Localizzazione e altri aspetti logistici. I mercati si svolgeranno nei luoghi consueti: in piazzale Pietro Nenni, per il mercato del capoluogo, e in via Marconi per il mercato della frazione di Trecella, occupando le aree contornate con linea in colore rosso nell’allegato 1 alla presente ordinanza, che ne costituisce parte integrante e sostanziale.
Al fine di garantire il distanziamento interpersonale raccomandato e la partecipazione a tutti i titolari di posteggio, l’area del marcato di piazzale Nenni viene ampliata occupando la porzione di parcheggio posta a nord-est.
L’accesso all’area di mercato avverrà attraverso un solo varco, e al suo interno dovrà essere seguito il percorso obbligato (a senso unico) illustrato nell’allegato 1. Anche l’uscita avverrà attraverso un solo varco, diverso da quello di entrata.
L’accesso al mercato sarà contingentato e avverrà in modo scaglionato in modo tale che all’interno dell’area mercatale non venga superata la seguente capienza:

• per il mercato di piazzale Nenni: massimo 50 persone;
• per il mercato di via Marconi: massimo 12 persone.
In ogni momento dovrà essere rispettato il distanziamento interpersonale di almeno un metro.

“Spuntisti”. Al fine di garantire il rispetto di quanto disposto dall’Ordinanza del Presidente della Regione Lombardia, n 247 del 17-05-2020, in tema di distanziamento interpersonale e di evitare sovraffollamenti, non vengono messi a disposizione gli usuali posteggi da assegnare agli “spuntisti”.

Misure a carico dei titolari di posteggio. I titolari di posteggio per potere partecipare al mercato dovranno assicurare l’adozione delle seguenti delle seguenti misure:
– Fra un posteggio e l’altro dovrà essere lasciato uno spazio non inferiore ad un metro.
– Il distanziamento interpersonale di almeno un metro deve essere costantemente rispettato anche fra gli operatori; anche durante le operazioni di carico, scarico, montaggio e smontaggio delle attrezzature.
– Pulizia e igienizzazione delle attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di vendita.
– E’ obbligatorio l’uso delle mascherine, mentre l’uso dei guanti può essere sostituito da una igienizzazione frequente delle mani.
– Ad ogni banco devono essere messi a disposizione della clientela prodotti igienizzanti per le mani.
– In caso di vendita di abbigliamento dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare per la scelta in autonomia della merce toccandola.
– In caso di vendita di beni usati è obbligatoria l’igienizzazione dei capi di abbigliamento e delle calzature prima che siano poste in vendita.

Il Sindaco inoltre dispone:

DI DEMANDARE al Settore Lavori Pubblici la predisposizione delle aree di mercato, individuate con la presente ordinanza, mediante:
– delimitazione del perimetro esterno con transenne e nastro bicolore;
– identificazione di un solo varco di accesso ed un solo varco di uscita;

-segnaletica di indicazione del varco di accesso, del varco di uscita e
l’indirizzamento degli utenti verso l’uscita.

DI DEMANDARE al Settore Polizia Locale e Protezione Civile il coordinamento sul posto del personale addetto, compresi i volontari di Protezione Civile ai fini dell’assistenza a clienti ed operatori del mercato e dell’attuazione e controllo delle misure di cui alla presente ordinanza e alle Ordinanze regionali disciplinanti la materia, nonché delle ulteriori misure di prevenzione e sicurezza, del posizionamento dei banchi, del contingentamento all’ingresso dell’area di mercato.
DI DEMANDARE al Settore Programmazione e Gestione del Territorio (SUAP) la divulgazione del contenuto della presente ordinanza agli operatori commerciali ambulanti assegnatari di posteggio.
DI DEMANDARE al Settore Affari Generali e Comunicazione l’informazione attraverso i propri strumenti di comunicazione istituzionale circa le aree di mercato individuate, la loro delimitazione e l’adozione concreta delle misure di prevenzione igienico-sanitaria e di sicurezza relative alle singole aree.

AVVISA
che le violazioni della presente ordinanza sono punite ai sensi dell’articolo 4 del D.L. n 19/2020.

Avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso, entro sessanta giorni dalla pubblicazione all’Albo pretorio, presso il Tribunale Amministrativo Regionale della Lombardia – sede di Milano, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di 120 giorni.

 

Qui sotto il testo completo dell’Ordinanza:

AREE TEMPORANEE DI MERCATO_Pozzuolo_Ordinanza_8

 

Condividi sui Social!