locandina pista posa prima pietra

Al via i lavori della pista ciclabile tra Pozzuolo e Bellinzago

15 maggio 2018

Prendono il via i lavori per la realizzazione della pista ciclo-pedonale che collegherà i Comuni di  Pozzuolo Martesana e Bellinzago Lombardo. Sabato 19 maggio alle 11 sarà posata la prima pietra, la cerimonia si terrà a Bellinzago in via dell’Ecologia. Saranno presenti i Sindaci Angela Comelli e Angelo Maria Caterina e rappresentanti della Tecnostrade di Treviglio che realizzerà l’opera. Si tratta di 2,5 km di nuovo percorso che vanno ad integrarsi con le ciclabili cittadine già esistenti e anche con le strade poderali che rendono raggiungibili le cascine e gli insediamenti agricoli.

TRACCIATO PISTA CICLABILE

Il tratto da Bellinzago a Pozzuolo muove da via San Giorgio fino al Cimitero Comunale di Bellinzago e prosegue parallelo alla strada provinciale fino all’imbocco di via Papa Giovanni XXIII. Da Pozzuolo verso Bellinzago sarà realizzato sul lato destro della provinciale dall’altezza di via Leopardi sino alla Cascina Solcia.

Al di là dei confini comunali, l’obiettivo è quello di rafforzare la rete di mobilità sostenibile: si crea, infatti, una continuità di percorso con la ciclabile della Martesana, con la viabilità lenta del Parco Adda e del Canale Muzza e con le ciclabili Pozzuolo-Melzo e Pozzuolo-Inzago ampliando il percorso viabilistico naturalistico.

Altro obiettivo dell’opera, come auspicato dai piani regionali della mobilità e dalle direttive europee, è l’interconnessione con i mezzi di trasporto pubblici dell’Area Metropolitana con questo nuovo tratto si completa il collegamento tra la metropolitana di Gessate e le stazioni del passante ferroviario di Pozzuolo e Trecella: importanti snodi per chi viaggia dal territorio della Martesana da e verso Milano. In questo modo la bicicletta si qualifica come valida alternativa all’automobile negli spostamenti di tutti i giorni per lavoro o studio verso Milano.

 

sezione pista CICLABILELa risposta più importante che la pista dà al territorio è quello in termini di sicurezza grazie alla differenziazione delle sedi di percorrenza della viabilità lenta da quella veloce. La provinciale negli anni ha visto aumentare il traffico di veicoli e nonostante questo, seppure in maniera limitata, è stata sempre percorsa dalle bici. In fase progettuale si è preferito spostare completamente la mobilità ciclo-pedonale dalla sede stradale esistente su un percorso parallelo a tutela sia dei ciclisti sia degli automobilisti. In aggiunta il percorso prevede la costruzione di un attraversamento protetto, segnalato e illuminato all’altezza del Cimitero di Bellinzago che fino ad oggi è stato percorso in assenza di segnali e strisce pedonali.

Condividi sui Social!